closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il Padiglione Italia è resiliente

Biennale Architettura. Il curatore Alessandro Melis affida alle somiglianze con il genoma umano la sua idea di mostra, mescolando urbanistica, botanica, agronomia, biologia, arte e medicina

Installazione curatoriale Padiglione Italia

Installazione curatoriale Padiglione Italia

La Biennale architettura di Venezia - che si terrà in presenza dal 22 maggio al 21 novembre, come annunciato appena una settimana fa - tenterà al suo interno un'altra sfida, ospitando nel Padiglione Italia (così promette il suo curatore Alessandro Melis) strani organismi simili al genoma umano, interconnessi fra loro. In realtà, lo sguardo è sui meccanismi di adattamento, cioè sulla capacità di resilienza delle varie comunità, unico fondamento per un rinnovamento dell'abitare e del territorio urbano che dovrà di certo affrontare una transizione per accedere a un futuro (sostenibile) vivere comune. Così il padiglione delle Comunità Resilienti - sostiene...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi