closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il nuovo senato, un caos “transitorio”

RIFORMA. Il compromesso nel Pd sull’elezione dei primi senatori fa impazzire la revisione costituzionale. Aver accettato il principio della «doppia lettura conforme» anche sulla Costituzione ha ingessato l’articolo 39

La ministra Boschi e il sottosegretario Lotti ieri in senato

La ministra Boschi e il sottosegretario Lotti ieri in senato

L’approvazione del disegno di legge di revisione costituzionale procede così velocemente nell’aula del senato che l’esame degli articoli si concluderà oggi, prima che i senatori verdiniani Barani e D’Anna, cacciati per i gestacci alle colleghe del Movimento 5 stelle, abbiano scontato la sospensione di cinque sedute. Non c’è stato bisogno di loro. Ma dell’insieme del gruppo di ex berlusconiani acquisiti alla maggioranza decisamente sì. Se n’è avuta dimostrazione ancora ieri quando, provati da quattro giorni di votazioni forzate, Verdini e i suoi hanno cominciato a marcare visita. Il punteggio con il quale la maggioranza ha respinto tutti gli emendamenti delle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi