closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il nuovo senato traballa

Riforme. Si allarga il fronte contrario al testo del governo e favorevole all’elezione diretta. Tensione in Forza Italia, fissata una riunione congiunta dei gruppi per decidere cosa fare

Vannino Chiti, senatore Pd 'destituito' dalla commissione affari costituzionali

Vannino Chiti, senatore Pd 'destituito' dalla commissione affari costituzionali

Con la presentazione dei sub-emendamenti, scaduta ieri mattina alle 11, la corsa delle riforme di Matteo Renzi parte davvero, e se il Pd è diviso Forza Italia rischia una ben più clamorosa spaccatura. Che il clima non sia per nulla rasserenato, da quelle parti, lo si è capito ieri mattina, nell’assemblea dei senatori. Ordine di scuderia: onorare il patto del Nazareno. Risultato concreto: quattro interventi nella riunione di ieri mattina, tutti contro il senato non elettivo di Renzi. Il più secco Augusto Minzolini, ma non è che gli altri, fedelissimo Razzi incluso, ci siano andati più leggeri. L’elenco dei dissenzienti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi