closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il nuovo populismo che de-umanizza «l’altro»

Scaffale. In «Clockwork Enemy», per Mimesis International, gli autori Alfredo Alietti e Dario Padovan indagano le complesse radici della xenofobia

Roszke, confine tra Serbia e Ungheria, 2015

Roszke, confine tra Serbia e Ungheria, 2015

La polemica contro le élite, la centralità del popolo inteso come entità indistinta, la richiesta di una leadership non mediata dalle organizzazioni collettive, la ricerca di un capro espiatorio a cui addossare la responsabilità dei problemi che attraversano il corpo sociale, comunemente definiti come populismo, costituiscono la cifra della politica contemporanea. PER QUANTO IL POPULISMO non si caratterizzi necessariamente per essere un fenomeno di destra (si pensi all’America Latina), la forma in cui si presenta nell’Europa contemporanea è proprio quella reazionaria. Per questa ragione, Alfredo Alietti e Dario Padovan, nel libro Clockwork Enemy. Xenophobia and Populism in Contemporary Europe (Mimesis...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.