closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il nuovo dpcm divide i ministri, manca l’ok sulle zone arancioni

Covid-19. 13.114 i nuovi casi, 246 le vittime

Controlli dei carabinieri a Trastevere, Roma

Controlli dei carabinieri a Trastevere, Roma

Stamattina nuova convocazione della cabina di regia per limare il dpcm che regolerà le nuove norme anti Covid fino al 6 aprile, Pasqua inclusa. Il testo definitivo sarà poi inviato alle regioni prima del varo. Ieri pomeriggio c’è stato un altro tavolo sul tema con il premier Mario Draghi, il Cts e i ministri Speranza, Gemini, Giorgetti, Patuanelli, Franceschini, Bonetti, Bianchi e Franco. «Siamo preoccupati dall’andamento dell’epidemia» ha commentato ieri il coordinatore del Cts, Agostino Miozzo. Il nodo riguarda le misure da prendere nelle zone arancioni. Ieri si sarebbero recepite le indicazione del Cts sulla chiusura di tutti gli istituti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi