closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il nuovo corso leghista di Beppe contro i “clandestini”

Caccia all'untore. Clamoroso post del capo del M5S che se la prende con i migranti portatori di malattie. Con la dichiarazione più autolesionista di sempre Grillo pubblica un post livoroso e razzista in perfetto stile Borghezio. Forse è questa la delusione più grande per milioni di elettori non razzisti che hanno riposto fiducia nel suo movimento. Nel frattempo sono stati espulsi anche i quattro contestatori del Circo Massimo

Beppe Grillo

Beppe Grillo

Niente da fare. Continua a zoppicare nella materia più importante per misurare il tasso di democrazia non di un movimento ma della società stessa. Il tema è l'immigrazione. Forse non lo è per lui, visto che si è sempre applicato poco, confusamente e male, ma sicuramente lo è per buona parte del suo elettorato gli ha consegnato milioni di voti. Per questo bisognerebbe accompagnarlo, farlo ragionare, insegnargli a dosare le parole. Il leader dice ancora «clandestino», come se in natura esistessero i clandestini e non esseri umani migranti che tecnicamente non possono non essere «clandestini» visto che non c'è modo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.