closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Il nuovo Brunetta prova a far pace con i sindacati

Il Ritorno del Ministro. Nella presentazione delle linee programmatiche parole inaspettate: coesione, sì allo smart working. Oggi la firma in sala Verde del Patto con Cgil, Cisl e Uil

Il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta

Il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta

Ascoltandolo qualcuno ha seriamente pensato che fosse l’imitazione di Crozza che gli faceva dire il contrario di quanto ha sempre sostenuto. E invece pare proprio che fosse Renato Brunetta a presentare le sue linee programmatiche in audizione alle commissioni Lavoro e Affari costituzionali di Camera e Senato per il suo ritorno al ministero della Pubblica amministrazione dieci anni dopo aver coniato l’espressione «fannulloni». In realtà qualche parola d’ordine è rimasta - «punizione», «premialità» - ma il Brunetta del governo Draghi sembra puntare ad essere anni luce diverso da quello dell’ultimo governo Berlusconi. Qualche sua frase rende l’idea: «Pa è lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi