closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il mostro Isis colpisce il burattinaio: kamikaze in una moschea saudita

Stato Islamico. Venti morti, il califfo rivendica l'attacco alla città sciita di Qatif. Al confine con lo Yemen cadono missili degli Houthi. I Saud bombardano un centro per rifugiati: 5 vittime

Uno dei feriti dell'attacco alla moschea di Qatif

Uno dei feriti dell'attacco alla moschea di Qatif

Missili al confine, bombe nel cuore del paese. La guerra regionale che l'Arabia saudita ha aperto le arriva in casa: ieri un attentatore suicida si è fatto saltare in aria durante l'ora della preghiera nella moschea sciita Imam Ali ad Al Qudaih, nella città di Qatif (a maggioranza sciita), da tempo terra di scontri settari seguiti alle rivolte nel mondo arabo. In serata si parlava di 20 morti e 50 feriti. Se a colpire la frontiera sono i ribelli sciiti Houthi yemeniti, a rivendicare l'attacco di ieri ad Al Qudaih (dove a novembre miliziani legati all'Isis avevano ucciso 7 persone)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.