closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il mito dell’Nhs, l’ennesima riforma ora punta su pubblico e territori

Gran Bretagna. Il governo Johnson metterà mano al Sistema sanitario nazionale, una ripoliticizzazione dettata dalle urgenze del momento e solo apparente perché, naturalmente, i privati resteranno eccome

Londra, protesta degli infermieri

Londra, protesta degli infermieri

Indietro (quasi) tutta honourable gentlemen. Ieri Matt Hancock, il ministro della Sanità, ha annunciato un libro bianco di riforme - le ennesime - del sistema sanitario pubblico nazionale (il primo dell’Europa postbellica): il National Health Service (Nhs). Constano essenzialmente di un robusto freno, finanche smantellamento, della decentralizzazione e privatizzazione introdotte dal suo predecessore Andrew Lansley un decennio fa, con David Cameron premier. I 200 Trust in cui è suddivisa l’assistenza sanitaria inglese abbandoneranno gli appalti ai privati per concentrarsi su una maggiore sinergia con le amministrazioni pubbliche locali (i council) e le organizzazioni di volontariato: un sistema denominato «assistenza integrata»...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi