closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il miracolo economico del fungo spuntato a Hiroshima

Antropologia. L’epopea del «matsusake» che dopo il Giappone è diventato una prelibatezza dai prezzi altissimi. Anna Lowenhaupt Tsing utilizza la caccia a un micete come metafora dell’economia globale

Dalla serie fotografica «Found not Taken» di Edson Chagas

Dalla serie fotografica «Found not Taken» di Edson Chagas

Tra le rovine del capitale cresce un fungo che fa sopravvivere. Questo il messaggio o l’auspicio che recapita l’ultimo lavoro dell’antropologa Anna Lowenhaupt Tsing, The Mushroom at the End of the World (Princeton). Titolo bello quanto doppio: non per il mushroom, che è il matsusake (fungo pregiato che si nasconde nella landa giapponese e nelle foreste del nord europeo e del Pacifico occidentale dando vita a una caccia al tesoro globale), piuttosto per la fine, che invece di limitarsi alla geografia si carica di un particolare misticismo da fine dei tempi. Prima del matsusake, quindi, vale la pena mettersi sulle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.