closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Il mio corpo non è il tuo porno»: protesta delle donne sudcoreane contro le «spy-cam»

Corea del Sud. Le microcamere sono nascoste e il loro contenuto viene caricato sui siti per adulti

«Il mio corpo non è il tuo porno», «Io non sono il porno coreano». Questi gli slogan delle donne sudcoreane che sabato scorso a Seul hanno manifestato contro lo spy-cam porn - le immagini di ragazze inconsapevoli rubate con delle microcamere nascoste e poi caricate in rete, fenomeno diffusissimo in Corea del Sud. LA PROTESTA DI PIAZZA organizzata dalla Women March for Justice è ormai diventata un appuntamento mensile a partire dallo scorso maggio, assumendo le proporzioni della più grande contestazione femminile di massa che si sia mai vista nel paese asiatico: a giugno le donne scese in piazza erano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi