closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il ministro non calma i tassisti, Madrid e Barcellona paralizzate

Spagna. Continua lo sciopero contro Uber e Cabify, l’esecutivo Sánchez intenzionato ad accettare molte delle richieste

Sciopero dei taxi a Madrid

Sciopero dei taxi a Madrid

Lo sciopero dei taxi che sta paralizzando le principali città spagnole rischia di continuare ancora a lungo. I tassisti protestano contro la deregulation del settore che, nei fatti, permette a imprese come Uber o Cabify di occupare la loro nicchia di mercato, ma senza sostenere le spese o sottostare alle stesse regolamentazioni del settore. In più, i conducenti dei veicoli Vtc (veicoli da turismo con conducente) sono false partite Iva che, con la scusa della flessibilità, le multinazionali sfruttano, pagandoli una miseria, un po’ come accade ai distributori in bicicletta di Glovo o Deliveroo, che ormai sono ovunque nelle principali...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.