closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il ministro e il lavoro alle figlie. Dimissioni

Francia/presidenziali. Bruno Le Roux costretto a lasciare gli Interni: aveva pagato le figlie, dai 15 e 16 anni, per missioni di "assistenti parlamentari" (in tutto 55mila euro). Nuovo scandalo Fillon: avrebbe intascato 50mila euro come intermediario per presentare un miliardario libanese, tra i leader mondiali delle pipelines, a Putin e all'ad di Total. Ma Fillon non è più solo per i vestiti regalati: adesso spuntano omaggi dal sarto Arnys anche per Moscovici (Commissione Ue)

Il ministro degli Interni, Bruno Le Roux, si è dimesso, costretto perché travolto da uno scandalo simile a quello che coinvolge il candidato della destra alle presidenziali, François Fillon: quando era parlamentare, ha “assunto” come assistenti le due figlie tra il 2009 e il 2016, per una remunerazione complessiva di 55mila euro. Con il particolare che le due ragazze, per i primi contratti, avevano 15 e 16 anni. E’ stato sostituito da Mathias Fekl, finora sottosegretario al commercio estero. Il coperchio sulla pentola della cucina della politica francese si sta sollevando poco per volta e la ricetta appare sempre più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi