closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il Mezzogiorno dimenticato

Grandi opere. Ci vuole un cambio di rotta drastico rispetto a una squilibrata spesa pubblica che ha allargato a dismisura il divario fra Nord e Sud. Puntare su un insieme di interventi diffusi sul territorio, interventi a rete piuttosto che cattedrali nel deserto. Per questo domani si svolgerà su tutta la costa ionica la manifestazione pubblica "Riprendiamo il treno"

Pendolari calabresi in agitazione

Pendolari calabresi in agitazione

Il Ponte sullo Stretto è fumo negli occhi dei cittadini del Mezzogiorno per coprire le insufficienze e le ingiustizie di fallimentari politiche di sviluppo in atto da oltre 30 anni. Un impegno di quasi 9 miliardi di euro che non ha - ormai è dimostrato - sostenibilità economica, finanziaria, ambientale. E a cui non hanno creduto neppure i più grandi gruppi bancari internazionali che, infatti, si sono tenuti alla larga da ipotesi di project financing. Renzi non ha ancora capito che agli italiani non interessano grandi opere inutili, mangiasoldi e corruttrici; l’opera più grande che interessa la comunità è il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi