closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il memoir di un medico dentro la crisi calabrese

Scaffale. «Ho visto» di Santo Gioffrè, pubblicato da Castelvecchi. Le mani della ’ndrangheta sulla sanità. Per ciò che descrive, l’autore ha rischiato la vita

Il medico e scrittore Santo Gioffrè

Il medico e scrittore Santo Gioffrè

Medico, politico, amministratore, romanziere, dirigente sanitario. E testimone della «grande truffa della sanità calabrese». Santo Gioffrè nel suo ultimo libro, Ho visto (Castelvecchi, pp. 76, euro 15) racconta con dovizia di dati e particolari la sua esperienza sulla tolda di comando dell’Azienda sanitaria di Reggio Calabria. UN RACCONTO in presa diretta, una testimonianza dura e cruda di una sanità allo sbando, preda di felloni, territorio di scorribande fameliche. Una narrazione intensa, tra il memoir e il reportage narrativo, che si snoda nel crinale e tra le pieghe di una regione salita alla ribalta per la sanità disastrata. Per quel che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi