closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Il lupo delle Dolomiti è tornato ma non è benvoluto

Animalismo. Nelle montagne dove vive sempre meno gente è ricomparso un branco. I giornali parlano di «assedio» e un progetto punta alla convivenza con gli allevatori

«Nel maggio del 2018 una videotrappola posizionata in un sentiero del Parco nazionale delle dolomiti bellunesi rivela per la prima volta la presenza di una coppia di lupi». Voce ferma, occhi lucidi, Ivan Mazzon si emoziona. Mazzon, fotografo naturalista, insieme ai colleghi Roberto Sacchet e Bruno Boz, biologo ambientale, promuove “Il Sentiero dei Lupi”. Un progetto in collaborazione con i Carabinieri forestali e l’Ente del Parco, impiegati nella raccolta di dati scientifici, per documentare la formazione del primo branco nel Parco delle dolomiti bellunesi. Mazzon sostiene che «l’obiettivo è favorire la convivenza tra allevatori e lupi, entrambi indispensabili per le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.