closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il luna park politico del tango argentino

Storie. Anche quest’anno il Campionato Mondiale di Tango condurrà nella culla porteña del genere turisti e ballerini da tutto il mondo

Il 14 agosto 1996 il Governo argentino sanciva la Ley del Tango como parte integrante del Patrimonio Cultural Argentino. Tra i suoi articoli l’obbligo per «gli organismi dello Stato nazionale incaricati della promozione e della diffusione della cultura e del turismo all’estero» di «includere nei loro programmi e nei loro materiali informativi riferimenti alla Repubblica Argentina e al tango, come una delle espressioni culturali tipiche del paese». Due anni dopo, il 14 dicembre 1998, avvertendo nelle risoluzioni nazionali il rischio di uno strisciante processo di espropriazione, anche il Governo della Città di Buenos Aires promulgò una omologa Ley del Tango,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi