closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il governo libico: «Vogliamo i caschi blu»

Libia. L'Onu lascia il paese per le violenze

Da Tripoli a Bengasi, non si fermano le violenze in Libia. Per ragioni di sicurezza, la missione delle Nazioni unite ha evacuato il personale di stanza nel paese. Impotente di fronte allo sfascio provocato dagli scontri tra mafie, fazioni e milizie, il governo spera però che l’Onu ritorni. E si appella agli impegni presi durante la rivolta contro Muammar Gheddafi: «Nel 2011 - ha detto il portavoce del governo, Ahmed Lamine - le Nazioni unite hanno votato una risoluzione per aiutare i libici contro il regime. La prima cosa, allora, è andare dall’Onu perché ci aiuti a ristabilire l’ordine». Nei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.