closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il governo Sánchez avvia l’iter per l’aumento del salario minimo

Spagna. Una misura chiave dell’accordo tra Psoe e Podemos. Tra pochi giorni il primo incontro con i sindacati

Barcellona, protesta degli operai Nissan

Barcellona, protesta degli operai Nissan

Conto alla rovescia per un nuovo aumento del salario minimo interprofessionale in Spagna. L’obiettivo del governo, specificato chiaramente nell’accordo fra Psoe e Podemos all’inizio della legislatura, è chiaro: «Aumenteremo il salario minimo interprofessionale fino a raggiungere progressivamente il 60% del salario medio in Spagna, come raccomanda la Carta Sociale Europea». Eppure, ogni volta che arriva il momento di rimettere il tema sul tavolo, alcuni settori del partito socialista, capeggiati dalla vicepresidente economica Nadia Calviño, trascinano i piedi. Ma con il suo solito stile discreto e pragmatico, ancora una volta l’altra vicepresidente, la ministra del lavoro Yolanda Díaz, di Unidas Podemos,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.