closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il governo riscivola sulle banche, nonostante l’ok alla riforma Bcc

Poteri forti. Via libera di Montecitorio, con il plauso di Federcasse, all'accorpamento delle banche di credito cooperativo. Nel mentre il governo prova ad alleggerire le sanzioni ai banchieri che hanno danneggiato i clienti, ed è in difficoltà con la Ue per la vendita delle quattro new bank sorte sulle ceneri di quelle fallite. Caso Etruria, il liquidatore chiede 300 milioni agli ex amministratori, fra questi Boschi senior.

Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan

Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan

Quando si tratta di banche, il governo non riesce proprio ad evitare scivoloni. Inciampa e cade anche nel giorno in cui, con la fiducia, Montecitorio dà il via libera (351 sì, 180 no) al decreto riveduto e corretto sulla riforma delle banche di credito cooperativo. Un provvedimento sul quale arriva anche la benedizione di Federcasse, in precedenza assai fredda. E questo via libera del mondo cooperativo è un buon viatico per il passaggio finale al Senato. Purtroppo per l'esecutivo di Matteo Renzi, nelle stesse ore il pressing dei civatiani di Possibile e degli ex pentastellati di Alternativa libera convince anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.