closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il governo cambia strategia (come chiede l’Ue) e non salva più l’Ilva

Consiglio dei ministri. Varato il nuovo decreto. Dopo il no del tribunale di Bellinzona al rientro in Italia dei capitali sequestrati in Svizzera alla famiglia Riva

L'Ilva di Taranto

L'Ilva di Taranto

La mossa era nell’aria. Ieri, in un Consiglio dei ministri convocato senza la parola Ilva all’ordine del giorno, il governo ha deciso di intervenire nuovamente nel destino della più grande fabbrica italiana. Lo ha fatto seguendo una strada a prima lettura alquanto intricata. Ma il percorso tracciato, forse l’ultimo possibile, un suo senso lo ha. E soprattutto la presenza di date precise, lascia intendere che il dossier Ilva molto probabilmente si trova ad un punto di arrivo vicino alla sua conclusione molto più di quanto si possa immaginare. L’obiettivo ora è quello di accelerare i tempi e mettere tutti di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi