closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il governo cambia strategia (come chiede l’Ue) e non salva più l’Ilva

Consiglio dei ministri. Varato il nuovo decreto. Dopo il no del tribunale di Bellinzona al rientro in Italia dei capitali sequestrati in Svizzera alla famiglia Riva

L'Ilva di Taranto

L'Ilva di Taranto

La mossa era nell’aria. Ieri, in un Consiglio dei ministri convocato senza la parola Ilva all’ordine del giorno, il governo ha deciso di intervenire nuovamente nel destino della più grande fabbrica italiana. Lo ha fatto seguendo una strada a prima lettura alquanto intricata. Ma il percorso tracciato, forse l’ultimo possibile, un suo senso lo ha. E soprattutto la presenza di date precise, lascia intendere che il dossier Ilva molto probabilmente si trova ad un punto di arrivo vicino alla sua conclusione molto più di quanto si possa immaginare. L’obiettivo ora è quello di accelerare i tempi e mettere tutti di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.