closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il giudice: i binari non erano sicuri

SPAGNA. Le indagini sull’incidente ferroviario di Santiago con 79 vittime mettono in dubbio la versione del governo

L’incidente ferroviario a Santiago de Compostela del 24 luglio scorso

L’incidente ferroviario a Santiago de Compostela del 24 luglio scorso

Sarà anche stata l’eccessiva velocità del treno la causa ultima della morte di 79 persone nella maledetta curva di A Grandeira, a pochi chilometri da Santiago. Ma «almeno provvisoriamente» c’è stata anche «una omissione di cautele elementari da parte di chi ha la missione di garantire la sicurezza della circolazione ferroviaria». Lo scrive il giudice istruttore del caso, Luis Aláez, in un atto in cui chiede all’Adif, l’azienda pubblica che gestisce le infrastrutture ferroviarie spagnole, di identificare «i responsabili della sicurezza del tracciato» su cui è avvenuto l’incidente ferroviario più grave della storia spagnola. La tesi dei vertici di Adif,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi