closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il giorno del silente incaricato

Ultime ore. I partiti lasciati al buio, nel giorno decisivo per la compilazione della lista il presidente incaricato Mario Draghi non comunica con la sua prossima base parlamentare. Si afferma una lettura piegata verso la premiership dell'articolo 92 della Costituzione. L'ufficio a Bankitalia e il precedente Ciampi

Appuntamento al Quirinale: il presidente della Repubblica Mattarella con il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi

Appuntamento al Quirinale: il presidente della Repubblica Mattarella con il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi

Non ascolteranno i nomi dei ministri in diretta dal Quirinale, anche loro come tutti i cittadini, ma quasi. Ieri sera i vertici dei partiti coinvolti nella nuova maggioranza extralarge sapevano ancora pochissimo di quello che il presidente incaricato Mario Draghi ha deciso sulla composizione del suo governo. E che comunicherà oggi quando - ma anche in questo caso si tratta di una ragionevole supposizione e non di una certezza - scioglierà positivamente la riserva. Solo poco prima informerà i partiti e confermerà le sue scelte ai «tecnici» con i quali ha già parlato in questi giorni. Conoscendo quanto siano politicamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi