closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il «giorno del giudizio» nell’Ungheria complice dei nazisti

Al cinema. «1945» di Ferenc Török, una piccola comunità dovrà fare i conti con le proprie colpe all'arrivo di due ebrei sopravvissuti allo sterminio

Dodici agosto 1945: viene sganciata la bomba su Nagasaki, la guerra in Europa si è appena conclusa e in Ungheria le elezioni sono alle porte. Nel piccolo villaggio ungherese nel quale è ambientato 1945 di Ferenc Török - premio del pubblico della sezione Panorama alla Berlinale 2017 - è anche il giorno del matrimonio fra il figlio del notaio e una giovane contadina. Evento turbato da un arrivo, o forse un ritorno: «Sono tornati», dice trafelato un agente di polizia al notaio - due ebrei sono infatti giunti al paese con due casse, e nessuno sa perché, o cosa vogliano....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.