closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Il giornale della mia Pantera

#ilmanifesto50. Negli anni vedere la pila di copie del manifesto lievitare dentro casa mia è stato come misurare la mia crescita personale

La prima volta che comprai il manifesto credo fosse uno dei primi giorni d’università, alla Sapienza nel 1985. Avevo 18 anni e il giornale mi sfidava con un linguaggio complesso e, allo stesso tempo, mi aiutava ad individuare la mia identità socialista e libertaria che all’epoca non riuscivo a definire. Lo compravo, lo leggevo con qualche difficoltà per via della mia scarsa preparazione culturale, lo portavo nelle tasche dei pantaloni e la sera a casa lo dispiegavo e lo gettavo in un angolo della stanza. Vedere quella pila lievitare negli anni è stato come misurare la mia crescita personale. Nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi