closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Il giornale dei miracoli

#ilmanifesto50. Dalle corrispondenze per le tragiche morti di Alfredino e Berlinguer alla direzione del giornale nel 1998

Riunione di redazione con Barenghi nella notte elettorale del 2001

Riunione di redazione con Barenghi nella notte elettorale del 2001

C’era un ragazzo che voleva fare il giornalista e si ritrovò a imparare il mestiere nella redazione di un quotidiano unico al mondo. Aveva 23 anni quando arrivò lì dentro senza sapere né leggere né scrivere (diciamo così), ma pochi mesi dopo fu inviato a seguire un tragico fatto di cronaca. Un bambino di sei anni, Alfredo Rampi, Alfredino, era caduto in un pozzo artesiano a Vermicino, un piccolo paese vicino alla capitale. Il pozzo era stretto ma profondo e il bambino non riusciva a risalire, le pareti di fango erano scivolose, non c’erano appigli e nessuno riusciva a tirarlo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi