closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il G7 promette bene e poi investe sul carbone

Ambiente. Finanziamenti al combustibile fossile per 42 miliardi in otto anni nonostante gli impegni presi a Parigi. Domani il vertice in Giappone: Tokyo guida la lista dei paesi che hanno creato più centrali, seguono Germania e Usa. Male anche l’Italia, con il ruolo del Sace

La centrale a carbone di Liverpool

La centrale a carbone di Liverpool

La polvere sotto il tappeto: la mettono i Paesi del G7 quando promettono di ridurre il consumo di carbone e poi si viene a scoprire che, al contrario, stanno investendo massicciamente su nuove centrali: in pole position il Giappone, la Germania, gli Usa, ma anche l’Italia di recente si è distinta per il finanziamento a un nuovo impianto in Centro America. A sollevare il tappeto per portare allo scoperto la spazzatura, in vista del G7 giapponese del 26 e 27 maggio, è il rapporto di alcune associazioni ambientaliste: si intitola Swept Under the Rug: How G7 Nations Conceal Public Financing...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.