closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il futuro della sinistra non è il trapassato dell’Ulivo

'Cosa rossa'. Ora serve un avvio. Rimandare le decisioni di riunione in riunione è solo un gioco delle tre carte. Mortale

Allora, era qui che dovevamo arrivare, il futuro della sinistra è il ritorno al passato dell’Ulivo di Prodi? Mesi e mesi di tavoli, incontri, riunioni, e annessi rinvii che spezzano il cuore e i progetti in vista del magic moment, sempre alla ricerca della mai raggiunta congiuntura perfetta, era per ritrovare l’antico centrosinistra? Quello bello, di un tempo, quando non c’era la crisi all’orizzonte, il welfare era sostenibile e l’Europa era ancora un bel sogno in cui credere, mentre nessuno immaginava l’apparire del partito della nazione? Non che ci sia da stupirsi. La frammentazione dello spazio politico a sinistra è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi