closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il filtro performativo della prefazione

Saggi. «Soglie nel tempo» di Cristina Cassina per Rubbettino. Il valore filosofico di un «paratesto» che marca la soglia della comunicazione tra il testo e il lettore

Tra gli aspetti che segnano una politica della filosofia – qui intesa nel senso oggettivo del genitivo: ossia come il modo per mezzo del quale si conducono operazioni editoriali, si appropriano o si piegano a fini eterogenei testi e autori, si istituzionalizzano ordini del discorso o si inventano, pretendendo di restituirle come oggettive, le continuità della storia del pensiero – va annoverata anche l’invenzione di filtri o di forme di mediazione tra il lettore e l’opera. Di una politica della filosofia nel senso soggettivo del genitivo - e cioè come pratica di responsabilità politica della filosofia, non parleremo in questa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi