closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il filo rosso con la Ig Metall: ridateci un po’ di ricchezza

L'Accordo Parallelo. I dirigenti di Fiom e Fim presenti al congresso: difficile esportarlo, ma ridurre l’orario è possibile. Disoccupazione bassa e ordini al massimo facilitano il compromesso con le imprese

Una manifestazione dell'Ig-Metall

Una manifestazione dell'Ig-Metall

Un filo rosso - sebbene sbiadito - lega l’accordo firmato dall’Ig-Metall di martedì a quello di ieri sulla Grosse Koalition. Il ruolo di pressione dell’Spd sugli industriali della Svevia viene considerato determinante nell’arrivare ad un contratto-pilota che non a caso viene definito «storico». Come spesso avviene in Italia, però, il nostro provincialismo ci porta a sottovalutare dinamiche molto tedesche e a trarne lezioni e prospettive difficilmente esportabili, almeno nelle stesse forme. IL TESTO DELL’ACCORDO è come consuetudine secretato, ma due sono le certezze che nessuno mette in discussione. La prima è totalmente positiva per lavoratori e sindacati dell’intero continente: l’aumento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi