closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il fiammifero di Basboosa ha spento la nostra paura

2011-2021. Le primavere arabe. La scintilla tunisina brilla il 17 dicembre 2010. E non per caso: il paese è un’eccezione, a dettarne il destino è la sua storia di popolo vigile

Basboosa aveva 26 anni e viveva in un villaggio a pochi chilometri da Sidi Bouzid, un piccolo paese nel centro della Tunisia. In quel villaggio, dov’era nato e cresciuto, Basboosa aveva perso il padre, per un attacco cardiaco, quando aveva solo tre anni. A dieci anni comincia a svolgere diversi lavori come venditore ambulante per mantenere la famiglia e a vent’anni lascia la scuola senza diplomarsi, provando a cercare un lavoro stabile. Riceve solo rifiuti. Come venditore ambulante il guadagno è scarso ma Basboosa, con la sua piccola carriola di frutta e verdura, continua a sperare di potersi mettere in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.