closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Il feuilleton al tempo del binge-watching

Universi seriali. Come i personaggi-ideologi di Dostoevskij descritti da Bachtin, che inseguivano le ragioni ultime, i protagonisti delle serie Tv amano discettare sui massimi sistemi, a volte in contrasto con eloquenti antagonisti-filosofi

Da qualche anno è stato coniato il termine binge-watching per riferirsi alla visione ininterrotta e compulsiva di più episodi di una serie televisiva in streaming, sulla falsariga del binge-eating, una forma di bulimia. I tratti distintivi di questo fenomeno – come di tutti gli altri comportamenti che in inglese meritano il prefisso «binge»: -drinking, -dating, -sleeping, -gambling… – sono l’eccesso, la passività e la perdita di controllo, una compulsività della quale non ci si sente, del resto, pienamente responsabili. Ma la parte meno autoindulgente di sé avverte, ingloba e amplifica la condanna sociale che grava sui comportamenti eccessivi e incontrollati....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi