closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il festival del libro sovranista sotto mentite spoglie, la protesta del Pd

Todi. Dietro il sobrio nome di «Todi Città del Libro» si nasconde la casa editrice di estrema destra Altaforte

I libri di Altaforte in mano a Polacchi

I libri di Altaforte in mano a Polacchi

Dal 17 al 20 giugno, a Todi, andrà in scena il festival del libro sovranista. Il titolo della manifestazione, per la verità, è un più sobrio «Todi Città del Libro» ma organizzazione e ospiti non lasciano spazio a dubbi. La proposta, approvata dalla giunta comunale lo scorso gennaio riprendendo un provvedimento già emanato a febbraio del 2020 quando poi però il tutto fu rinviato a causa del covid, proviene dall'associazione «Castelli di Carta» con sede a Cernusco sul Naviglio. Sul registro delle associazioni iscritte al registro comunale della cittadina dell'hinterland milanese, però, non se ne trova traccia e gli unici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi