closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il feroce pastiche di Luca Ronconi

A teatro. Danza macabra di Strindberg inscena l’archetipo della coppia «emancipata» destinata all’infelicità, interpretata da Giorgio Ferrara e Adriana Asti, coniugi sul palco e nella vita

Giorgio Ferrara e Adriana Asti

Giorgio Ferrara e Adriana Asti

È, e probabilmente rimarrà, lo spettacolo più curioso di Spoleto 57, perché tanti anni compie il Festival dei due mondi che da sempre sembra risvegliare la città (e la cultura umbra) come il principe con Biancaneve. Lo spettacolo che ha inaugurato il festival, nel suo essere apparentemente tradizionale, si rivela assai stimolante per almeno due motivi. Il primo è la scelta del regista Luca Ronconi di imboccare una via a lui poco consueta, quella del pastiche, se non proprio del divertissement, prendendo un testo «serissimo» e arcinoto di Strindberg, e scoprendone i lati grotteschi e smisurati, su cui glissano abitualmente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi