closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il fattore umano a Parigi

Cop21. I flussi migratori sostenibili non fanno ancora parte del negoziato climatico. Ma lo stato delle cose impone un cambiamento. Vedremo alla Cop22

La siccità a Barmil, in Kenya

La siccità a Barmil, in Kenya

La 21esima conferenza Onu sui cambiamenti climatici, Cop21 a Parigi, è una costellazione di eventi. C’è la vera e propria discussione pubblica modello Onu, 4 posti per ognuna delle 195 delegazioni governative e delle strutture Onu nella tradizionale sala, con tribuna per giornalisti e funzionari. E intorno aule e spazi per incontri negoziali, attività diplomatiche, mostre e conferenze ufficiali di contorno, il tutto in una grande area aeroportuale fra i terminal di Charles de Gaulle e la città dei 20 Arrondissement. Poi ogni giorno si svolgono migliaia di dibattiti, manifestazioni, esposizioni, side events un po’ ovunque nell’Ile de France e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi