closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Il fardello del passato in due giorni di libertà

Al cinema. Il secondo film da regista di Claudio Amendola

Claudio Amendola aveva felicemente stupito con la commedia La mossa del pinguino. Ora presenta il suo secondo film da regista Il permesso – 48 ore fuori. Siamo in territorio noir partendo dal carcere di Civitavecchia. Da lì escono 4 detenuti per un permesso. Luigi (Amendola) è in galera per duplice omicidio, Donato è dentro perché è stato incastrato da innocente, Angelo sconta la condanna per una rapina, poi c’è Rossana, pizzicata in aeroporto con un carico di cocaina. Ognuno vuole utilizzare il permesso per sistemare alcune cose rimaste in sospeso, e ognuno porta con sé un fardello che il carcere non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi