closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il discorso all’Onu e gli “she, she, she camps” di Eleonor

Kamala Harris. Sono i tre concetti chiave dell’intervento svolto da Kamala Harris il 16 marzo alla 65a Commissione dell’Onu sullo Stato delle donne, nel quale la vicepresidente degli Stati Uniti ha sottolineato che la salute della democrazia dipende dall’assunzione di una responsabilità collettiva verso i valori declinati nella Dichiarazione Universale del 1948, fra i quali la parità di diritti di tutti gli individui, senza distinzioni

Kamala Harris

Kamala Harris

La condizione femminile è lo specchio della democrazia. Senza la partecipazione delle donne al processo decisionale la democrazia è imperfetta. Senza uguaglianza non può esserci democrazia. Sono i tre concetti chiave dell’intervento svolto da Kamala Harris il 16 marzo alla 65a Commissione dell’Onu sullo Stato delle donne, nel quale la vicepresidente degli Stati Uniti ha sottolineato che la salute della democrazia dipende dall’assunzione di una responsabilità collettiva verso i valori declinati nella Dichiarazione Universale del 1948, fra i quali la parità di diritti di tutti gli individui, senza distinzioni. Il richiamo a quel documento, riconosciuto come Magna Charta dell’umanità, non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi