closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il disastro libico dell’Italia

Draghi in visita in Libia

Draghi in visita in Libia

Lo potremmo chiamare il «sovranismo blu», in salsa libica ma con gli ingredienti neo-ottomani di Erdogan. La sottile e incandescente linea della pesca del gambero rosso ci riporta oltre che a vecchie questioni, ad una realtà recente: il Mediterraneo è diventato un mare conteso come non mai dai tempi della guerra fredda, dove gli attori protagonisti sono le vecchie potenze ex coloniali e gli sconfitti di un tempo rivendicano larghe porzioni di mare. La Russia delle tensioni non è dispiaciuta: ha le basi in Siria e punterebbe ad averne un’altra sulla costa in Egitto o in Cirenaica dove è presente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi