closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Il diario della mia scomparsa

Graphic Novel. Il famoso mangaka Azuma racconta nel suo libro come, sopraffatto dai ritmi di lavorazione, nel 1989 decise di abbandonare fama e famiglia

tavola dal

tavola dal "Diario della mia scomparsa"

La vita del mangaka non è sempre rose e fiori. È abbastanza noto come Osamu Tezuka e Shotaro Ishinomori, due dei più grandi fumettisti giapponesi, erano soliti dormire pochissimo per poter disegnare e riuscir a rispettare le scadenze, tanto che spesso rimanevano negli uffici delle loro compagnie 24 ore su 24. I ritmi e le pressioni che l’industria dei manga forza sui suoi disegnatori e sceneggiatori, più o meno famosi, sono tragicamente vere e cnosciute, così come quelli imposti dall’industria “gemella”, l’animazione. È uscito qualche mese fa un volume che racconta con piglio umoristico ma tragicamente essenziale e diretto le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.