closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il dialogo tra Riyadh, Damasco e Tehran spiazza Israele

Medio Oriente. L'Arabia saudita ha avviato contatti con i suoi storici nemici, Siria e Iran. L'Accordo di Abramo, con la leadership strategica di Israele nella regione, sembra già superato. Sullo sfondo c'è la volontà dell'Amministrazione Biden di rilanciare l'accordo sul nucleare iraniano

Sui giornali arabi da due giorni quasi non si parla d’altro, dopo le rivelazioni fatte dal sito Raialyoum e riprese dal Guardian sull’incontro avvenuto a inizio settimana a Damasco tra il capo dell'intelligence saudita, Khalid Humaidan, e il suo omologo siriano Ali Mamlouk. Colloqui preliminari, le due parti dovrebbero rivedersi dopo l’Eid al Fitr, la festa che chiude il mese di Ramadan. Ma è evidente che Riyadh è decisa a riprendere le relazioni diplomatiche con la Siria e non si opporrà più al suo rientro nella Lega araba. Notizie che fanno seguito ai contatti avvenuti a Baghdad tra le intelligence...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi