closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il destino di Atene nelle mani di Merkel e Lagarde

Grecia. La direttrice dell'Fmi avverte: «La portata della ristrutturazione del debito dipenderà chiaramente da quante riforme saranno state attuate» e che ci si dovrà muovere verso «un rinvio delle scadenze dei prestiti e una significativa diminuzione dei tassi»

Merkel riceve Christine Lagarde a Berlino

Merkel riceve Christine Lagarde a Berlino

È nelle mani di due donne il destino della Grecia. Ieri, infatti, a Berlino si è svolto l’incontro tra Angela Merkel e Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale. Un’incontro in cui si è parlato anche - e soprattutto - della crisi greca. Lagarde, al termine del mini-vertice ha sostenuto che prima dovranno essere applicate le riforme e solo in seguito si potrà procedere alla ristrutturazione del debito, che non dovrà, comunque, essere un vero e proprio «taglio». Quanto alla permanenza dell’Fmi al programma di salvataggio della Grecia anche in futuro, la direttrice del Fondo, ha dichiarato alla rete televisiva Ard...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi