closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Il «decreto aprile» arriverà a maggio. Divisi sul «reddito di emergenza»

Reazioni a catena. Camera al voto sullo scostamento di bilancio e sul maxi Documento di Economia e Bilancio. Gualtieri sostiene la sostenibilità del debito e assicura che non ci saranno "lacrime e sangue" quando si tratterà di "rientrare" con il bilancio. Ma le prospettive della crisi economica seguita all'epidemia da Covid 19 sono drammatiche e altamente incerte

Il minstro dell'Economia Roberto Gualtieri

Il minstro dell'Economia Roberto Gualtieri

l «decreto aprile» potrebbe arrivare mercoledì sei maggio e non sarà «spacchettato» come aveva ipotizzato il ministro dell’economia Roberto Gualtieri. Più volte annunciato, e rinviato, su questo maxi-provvedimento - in pratica una finanziaria da 55 miliardi, la terza in tre mesi - ci sono molte difficoltà politiche. I nodi sono numerosi, a cominciare dal “reddito di emergenza”, una nuova soluzione tampone riservata agli esclusi dai bonus per partite Iva e casse integrazioni, precari poveri e invisibili nell’economia informale. Va dimensionata una platea, definito il costo, stabilito se sarà un’estensione del reddito di cittadinanza o un altro dei tanti bonus. Non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.