closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

Hamas: «Sì alla tregua ma non a queste condizioni»

Gaza. Dietro le quinte gli interessi personali del Cairo, di Netanyahu e dell'Anp, Abbas incontra leader di Hamas in Egitto, domani vede Meshaal

Funerali delle vittime di Gaza

Funerali delle vittime di Gaza

L’accusa è sulla bocca di tutti: Hamas ha fatto fallire la pace non accettando il cessate il fuoco uscito dal cilindro egiziano e prontamente accolto da Tel Aviv. Tutta colpa di Hamas. La realtà è diversa, fatta di incontri e telefonate segrete, interessi che si accavallano e l’esclusione del movimento islamista dalla discussione. Le mani in pasta le hanno tutti: il premier israeliano Netanyahu (che avrebbe preparato il cessate il fuoco in una chiamata segreta con il presidente egiziano Al-Sisi), Il Cairo che non nasconde il desiderio di indebolire il nemico Hamas, l’Autorità Palestinese. Ieri Abbas è volato nella capitale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.