closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il debito del Piemonte e il gelo tra Chiamparino e Renzi

Bliancio. Un buco catastrofico ereditato dalla giunta del leghista Cota, che a sua volta incolpava il governo Bresso

Sergio Chiamparino

Sergio Chiamparino

I primi segni di debolezza dell’apparentemente monolitico centrosinistra renziano arrivano dal Piemonte. Il governatore Sergio Chiamparino ha ieri dato le dimissioni dalla guida della Conferenza delle Regioni, ufficialmente a causa della difficilissima situazione del bilancio del Piemonte, che ha un disavanzo da 5,8 miliardi. Lo stesso Chiamparino ha spiegato in una nota che «una Regione in queste condizioni non può stare in testa alle altre. Devo dedicarmi di più al Piemonte». Il buco di bilancio della Regione, in assenza di decreto del governo denominato «salva Piemonte», genera un piano di rientro draconiano: ottocento milioni di rata a copertura del debito...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.