closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Il cuore spezzato di Mosul

Reportage. Ordigni inesplosi, cadaveri sotto le macerie, i palazzi delle torture dello Stato Islamico: a un anno dalla sua liberazione, la città irachena è ancora prigioniera della guerra. «Tranne l’aria, ci hanno portato via tutto. Facciamo anche il caso che le case un giorno le ripariamo. Ma dei nostri cuori che ne facciamo? Chi li ripara quelli?»

Strade deserte e palazzi crivellati di colpi a Mosul ovest.

Strade deserte e palazzi crivellati di colpi a Mosul ovest.

La città è avvolta da una nuvola di sabbia, dagli altoparlanti del taxi esce la voce di Fairuz e fuori dai finestrini sembra che tutto sia sospeso. Mosul est si presenta così, buia e poco trafficata. Sono le sette del mattino e c’è pochissima gente in giro. Un bambino pulisce il vetro del taxi ma invece che migliorare la visibilità la peggiora. L’autista gli lascia qualche lira irachena e al verde scatta. QUESTA È LA PARTE più moderna della città, quella meno danneggiata. Ci dirigiamo verso l’università e non si può smettere di guardare fuori dal finestrino. Qualcuno dorme lungo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.