closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il crollo del governo chavista si abbatte sull’Avana

Cuba-Venezuela. Arriva un’altra preoccupazione, oltre a quella per la crisi interna: il commercio con il paese finora alleato contribuisce a più del 20% del Pil cubano

Raùl Castro

Raùl Castro

Per quanto da molti mesi l’intelligence cubana in Venezuela avesse avvertito l’Avana che il presidente Maduro rischiava nelle elezioni parlamentari, l’ampiezza della sconfitta subita domenica dal leader bolivariano ha rappresentato un duro colpo per il vertice politico cubano. Tanto che lunedì i due giornali nazionali del Pc cubano, Granma e Juventud rebelde, sono usciti con grande ritardo per permettere alla dirigenza del partito comunista e dello Stato di decidere come presentare ai propri concittadini una sconfitta che contraddiceva le informazioni anteriori. Le quali assicuravano che il chavismo aveva il vento in poppa, seppur minacciato dalla politica interventista degli Usa. In...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi