closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Il crocifisso obbligatorio

Ci sono «questi che da una parte vogliono difendere il cristianesimo in Occidente e dall’altra parte sono contro i rifugiati e le altre religioni». È una «contraddizione», è «ipocrita dirsi cristiano e cacciare via un rifugiato», lo vediamo «ai telegiornali tutti i giorni». Con chi ce l’aveva papa Francesco quando l’altro ieri ha risposto così alle domande dei giovani luterani tedeschi in pellegrinaggio a Roma? Il papa non fa nomi, si dice il peccato ma non il peccatore. Ma il pensiero corre subito ai deputati leghisti che vorrebbero affondare le barche dei migranti - anzi, dei «clandestini» - e chiudere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi