closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Il conflitto insanabile del «dentro e fuori»

Scaffale. «Terra e confini. Metamorfosi di un solco» di Sandro Mezzadra, per manifestolibri

Richard Long, «17 Stones in a Line»

Richard Long, «17 Stones in a Line»

Un solco non è di per sé una barriera, un muro, un filo spinato, una linea di guardie schierate. Esso è anzitutto un segno sulla terra che può essere utilizzato per cose diverse. Il solco de-limita, stabilisce con-fini. È simultaneamente inizio e fine. Inoltre, esso è tracciato per seminare e perciò svolge anche una funzione «produttiva», alla quale si richiama il recente libro di Sandro Mezzadra, Terra e confini. Metamorfosi di un solco (manifestolibri, pp. 63, euro 8,00). Da tempi remoti la politica può interpretare il solco come una separazione dalla quale considerare sacro e da proteggere ciò che è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi