closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il colonnello Goïta si riprende il Mali

Golpe nel golpe, transizione ad alto rischio. Dimissioni dopo l'arresto per il presidente ad interim Bah N'Daw e il premier Moctar Ouane, tutto il potere ai militari. A Bamako regna la confusione: missione "impossibile" della Cedeao, mentre i lavoratori sospendono lo sciopero generale e le opposizioni appaiono divise

Il colonnello dell'esercito maliano Assimi Goïta

Il colonnello dell'esercito maliano Assimi Goïta

Meno di 48 ore dopo aver destituito il presidente ad interim, Bah N'Daw, e il suo primo ministro, Moctar Ouane, il colonnello Assimi Goïta diventa di fatto il nuovo presidente della transizione. Nel pomeriggio di ieri Bah N'Daw ha rassegnato le sue dimissioni e quelle del suo primo ministro a colui che fino a quel momento era stato il suo vicepresidente, portando allo scioglimento definitivo del governo di transizione che era stato annunciato nel pomeriggio di lunedì. Il Mali, dopo appena dieci mesi, torna di fatto sotto il controllo dei militari del Consiglio nazionale per la salvezza del popolo (Cnsp)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi