closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Il Colle: «No ai diktat». Su via XX Settembre è sfida aperta

Governo. Salvini e Di Maio insistono su Savona all’economia. E Mattarella ricorda ai partiti le prerogative del Quirinale e del premier. Per Conte anche altre grane: infrastrutture, esteri, superministero sviluppo-lavoro e difesa

Sergio Mattarella

Sergio Mattarella

E’ già una di quelle sfide, almeno all’apparenza, che non prevedono pareggio. La posta in gioco ufficiale è la nomina di Paolo Savona all’Economia ed è già di per sé una scelta fondamentale per il carattere del governo che Giuseppe Conte si appresta a formare. Ma ormai in ballo c’è molto di più perché, per come si sono messe le cose ieri, se a cedere sarà il capo dello Stato si tratterà di una resa incondizionata e senza appello; se invece a piegarsi sarà il leader leghista dovrà muoversi d’ora in poi all’interno dei limiti tracciati dal Colle. Il no...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.